Costituzione intelligente

Blog

Dopo numerose consultazioni personali i nostri giuristi, fiduciari e consulenti hanno potuto conoscere da vicino quali sono le maggiori preoccupazioni nelle teste dei neoimprenditori. Le risposte alle domande più comuni le potete trovare sul nostro blog. Sul blog potete navigare tra i vari argomenti scegliendo il vostro tema preferito dalle diverse categorie.

Anno solare e anno d’esercizio.

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Di solito un anno d’esercizio comprende dodici mesi come l’anno solare. In relazione alla costituzione di un’impresa ciò non deve però essere necessariamente il caso. Nel primo anno dopo il compimento della costituzione il nuovo imprenditore può scegliere, se vuole un anno breve o uno lungo come anno d’esercizio. Esempio: […] di più…

Aliquota d’imposta sull’utile e sul capitale a livello federale e del cantone Ticino

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Sagl e SA La confederazione non conosce alcuna tassazione del capitale. Essa riscuote sull’utile delle società di capitali (Sagl e SA) secondo l’art. 68 LIFD una tassa proporzionale sull’utile dell’8.5 per cento dell’utile netto. Nel caton Ticino l’imposta sull’utile ammonta per le società di capitali al 9% dell’utile netto secondo […] di più…

Diritti di un amministratore di una Sagl, limitarli o estenderli

Aggiornato il 3 gennaio 2013 L’amministratore di una Sagl non deve per forza esserne socio. Quindi la carica di amministratore può essere affidata anche ad un estraneo (principio della gestione da parte di terzi). I diritti e gli obblighi dei terzi si evincono dal contratto di lavoro. Per legge i soci amministrano insieme l’impresa (principio […] di più…

La responsabilità della Sagl e l’obbligo di versamento supplementare previsto dagli statuti

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Per i debiti della Sagl risponde il capitale della società. Negli statuti può essere previsto un obbligo dei singoli soci di effettuare versamenti supplementari. L’obbligo di effettuare versamenti supplementari non dev’essere però confuso con una responsabilità personale. Quest’obbligo serve solo ad evitare l’insolvenza per gli impegni della società atti a […] di più…

Obbligo AVS da parte del datore di lavoro

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Ogni datore di lavoro è obbligato a versare i contributi AVS, indipendentemente da quanti collaboratori impiega, dal reddito da loro percepito o dalle ore di lavoro. Fintanto che un collaboratore si dedica ad un’attività lucrativa secondaria presso il datore di lavoro in questione e il suo salario ammonta a meno […] di più…

Che cosa sono i passivi?

Aggiornato il 3 gennaio 2013 I passivi di un bilancio mostrano chi ha messo del capitale a disposizione dell’impresa. La parte dei passivi è composta dal capitale di terzi e dal capitale proprio. Capitale di terzi Si tratta di capitale già messo a disposizione dell’impresa da parte di terzi (ad es. un credito bancario). In altre parole […] di più…

Che cosa sono gli attivi?

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Gli attivi rappresentano nel bilancio il patrimonio di un’impresa. La parte degli attivi mostra come il capitale a disposizione è stato investito. Essa è composta dal capitale circolante e dal capitale immobilizzato. Capitale circolante A questa categoria appartengono i mezzi liquidi come i soldi nella cassa, in posta o presso una banca. Inoltre […] di più…

Criteri per un conferimento in natura: esempio di un veicolo preso in leasing

Aggiornato il 3 gennaio 2013 La costituzione di una Sagl o una SA può avvenire per mezzo di un conferimento in contanti o in natura (costituzione qualificata) (cfr. articolo corrispondente).  Ci si pone la domanda se un veicolo preso in leasing, ad esempio un’automobile, possa servire per il conferimento in natura. Il conferimento in natura […] di più…

Previdenza sociale in Svizzera. Il sistema dei tre pilastri.

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Al fine di garantire una protezione per la vecchiaia, l’invalidità e la morte, esiste in Svizzera il sistema dei tre pilastri. Esso comprende la previdenza statale, aziendale ed individale. 1° pilastro: Il primo pilastro consiste nell’assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS) e l’assicurazione per l’invalidità (AI). Questo pilastro deve coprire il […] di più…

L’uscita di un socio da una società in nome colletivo

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Di regola la società in nome collettivo viene sciolta, quando un socio abbandona. La società in nome collettiva continua ad esistere solamente con lo scopo della liquidazione. I soci di una società in nome collettivo possono però prevedere contrattualmente che la società anche dopo l’abbandono di un socio continui ad […] di più…

Appartamento / casa: utilizzo privato e commerciale. Considerazione di diritto fiscale.

Aggiornato il 3 gennaio 2013 La distinzione tra patrimonio privato e il capitale d’esercizio (cfr. articolo corrispondente) gioca un ruolo importante quando il titolare di una ditta individuale o un socio di una società di persone vive e lavora negli stessi locali. Nella confederazione e nella maggior parte dei cantoni i valori patrimoniali utilizzati sia […] di più…

Che cos’è l’opting-out per la Sagl/SA?

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Una Sagl o una SA può con il consenso di tutti i soci rinunciare alla revisione limitata, fintanto che la società non ha più di dieci impieghi a tempo pieno. Il cosiddetto opting-out. L’organo di direzione o di amministrazione più alto può richiedere per iscritto il consenso dei soci. Per […] di più…

Cosa sono le azioni con diritto di voto privilegiato?

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Attraverso l’immissione all’interno di una SA di azioni con diritto di voto privilegiato vige la possibilità di procurare ad un gruppo di azionisti un maggiore diritto di voto in confronto alle azioni in loro possesso. Per mezzo  degli statuti viene stabilito che il diritto di voto, indipendentemente dal valore nominale […] di più…

Firma collettiva a due

Aggiornato il 3 gennaio 2013 La firma collettiva a due è una limitazione volontaria della facoltà di rappresentanza, ovvero non esiste già per legge, ma bensì si basa su di un accordo con impresa ed una rispettiva annotazione nel registro di commercio. Con la “firma collettiva” o la procura collettiva, la facoltà di rappresentanza di […] di più…

Conseguenze di una mancata iscrizione al registro di commercio.

Aggiornato il 3 gennaio 2013 Chiunque è tenuto a fare una notificazione per l’iscrizione nel registro di commercio e l’omette intenzionalmente o per negligenza, deve risarcire i danni derivati dall’omissione (art. 942 CO). Inoltre l’ufficio del registro infligge d’ufficio una multa disciplinare (art. 943 CO). La correttezza del registro di commercio è anche protetta dal diritto […] di più…