Costituzione intelligente

Blog

Dopo numerose consultazioni personali i nostri giuristi, fiduciari e consulenti hanno potuto conoscere da vicino quali sono le maggiori preoccupazioni nelle teste dei neoimprenditori. Le risposte alle domande più comuni le potete trovare sul nostro blog. Sul blog potete navigare tra i vari argomenti scegliendo il vostro tema preferito dalle diverse categorie.

Trasferimento del rischio in un contratto di compera e vendita: quando il beneficio e il rischio passano all’acquirente?

Durante il blocco legato al COVID 19, il numero di ordini online è salito alle stelle a livelli senza precedenti. La gioia è enorme quando la tanto attesa borsa o la PS5 arriva finalmente nella cassetta della posta. Ma cosa succede effettivamente se la merce ordinata non arriva? Se dovete ancora pagare il prezzo d’acquisto o avete diritto a una sostituzione dipende dal trasferimento del rischio nel contratto d’acquisto.

Trasferimento del rischio in un contratto di compera e vendita

Viviamo nell’era dello shopping online. Che si tratti di un leggero vestito estivo, di un costoso orologio di lusso o di una moto di seconda mano, oggi quasi tutto può essere ordinato su Internet. La gioia quando il pacchetto tanto atteso finalmente arriva è enorme. Ma cosa succede se la merce ordinata non viene consegnata? Devo ancora pagarla? O il rivenditore mi deve una sostituzione? Le risposte a queste domande dipendono se il beneficio e il rischio siano già stati passati o meno.

La persona che ha causato il danno deve sostenere le spese

In linea di principio, la persona che è responsabile della perdita di un oggetto deve pagare. Ma cosa succede se il colpevole non può essere determinato o se i beni sono andati persi per caso? L’assunzione del rischio nel diritto di vendita regola chi è il portatore del rischio in questi casi. Prima di tutto, si deve osservare la regola generale dell’art. 119 CO, secondo la quale l’obbligo di prestazione del debitore si estingue se una prestazione non viene adempiuta senza colpa di una parte. In questo caso, il creditore non ha il diritto di recuperare il corrispettivo già pagato. Tuttavia, questo si applica solo se né il contratto né la legge prevedono diversamente. L’art. 185 CO contiene una regolamentazione divergente per il diritto di vendita.

Assunzione del rischio a seconda delle merci

Secondo le regole sul trasferimento del rischio secondo il diritto di vendita, il trasferimento del beneficio e del rischio dipende dal tipo di beni acquistati. Si fa una distinzione tra la specie e l’acquisto generico.

  • L’acquisto di specie ha come oggetto un prodotto individuale. Per l’acquirente, è quindi rilevante esattamente quale oggetto riceve. Se si acquista un vestito su misura o un’auto di seconda mano, questo è un acquisto di specie. In questo caso, l’utile e i rischi sono già trasferiti all’acquirente al momento della conclusione del contratto d’acquisto (art. 185 cpv. 1 CO).
  • L’acquisto generico è finalizzato all’acquisizione di un oggetto standard. All’acquirente non importa quale prodotto gli viene consegnato. Questo è il caso, per esempio, dell’acquisto di un abito fuori moda o di una console di gioco prodotta in serie. Nel caso di un acquisto generico, l’utile e i rischi sono trasferiti all’acquirente solo quando la cosa è stata separata o, in caso di spedizione, quando è stata consegnata per la spedizione (art. 185 cpv. 2 CO). 

Nel caso di contratti conclusi sotto condizione sospensiva, l’utile e il rischio della cosa venduta non passano all’acquirente finché la condizione non si verifica (art. 185 cpv. 3 CO).

Numerose eccezioni nella pratica

Le regole sul trasferimento del rischio nel diritto di vendita si applicano solo se nessuna circostanza o accordo speciale giustifica un’eccezione. Esistono circostanze speciali, per esempio, nel caso di acquisti multipli o se il venditore ha il diritto di determinare l’oggetto dell’acquisto. Gli accordi possono anche prevedere che il rischio non sia trasferito fino a quando le merci non arrivano al luogo di esecuzione. Nelle transazioni commerciali, gli Incoterms (International Commercial Terms) in particolare si sono affermati come clausole standard per il trasferimento del rischio. Gli Incoterms più conosciuti sono Ex Works (EXW), Free on Board (FOB) e Cost, Insurance and Fright (CIF).

  • La clausola Ex Works significa che il venditore ha adempiuto al suo obbligo di consegna quando ha consegnato la merce nel luogo indicato dal compratore. A questo punto, l’utile e il rischio passano all’acquirente.
  • Nel caso di Free on Board, il venditore adempie al suo obbligo di consegna quando la merce ordinata ha superato il binario della nave nel porto di spedizione.
  • Nel caso di Cost, Insurance and Freigh, il venditore deve pagare le spese di trasporto e assicurazione della merce fino al porto di destinazione. Tuttavia, per quanto riguarda l’assunzione del rischio, si applica lo stesso regolamento che nel caso di Free on Board. La merce viaggia quindi verso il porto di destinazione a rischio dell’acquirente.

Avete un’idea innovativa che vorreste implementare? Gli esperti di STARTUPS.CH saranno lieti di accompagnarvi verso l’indipendenza professionale!

Inizia come Mompreneur: www.mom-preneur.ch

Inizia come Dadpreneur: www.dad-preneur.ch

Inizia come Seniorpreneur: www.senior-preneur.ch

Inizia come Youngpreneur: www.young-preneur.ch

» Contattaci per un colloquio personale» Calcola un’offerta e costituisci ora
Nuovo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *