Costituzione intelligente

Blog

Dopo numerose consultazioni personali i nostri giuristi, fiduciari e consulenti hanno potuto conoscere da vicino quali sono le maggiori preoccupazioni nelle teste dei neoimprenditori. Le risposte alle domande più comuni le potete trovare sul nostro blog. Sul blog potete navigare tra i vari argomenti scegliendo il vostro tema preferito dalle diverse categorie.

Gli svizzeri sono scettici riguardo al lavoro indipendente

Sebbene le condizioni per la costituzione di un’impresa siano in costante miglioramento, nel 2018 solo il 6,9 % degli svizzeri intendeva avviare una società propria. Questa percentuale è inferiore a quella del 2017, quando il 10,5% puntava ancora a una startup. Anche questa cifra è ben al di sotto della media del 17,1% di altre economie altamente sviluppate. Lo dimostra il Global Entrepreneurship Monitor (GEM) 2018/2019.

Cifre in calo

L’anno scorso, il 2018, solo il 6,9 % degli svizzeri intendeva fondare un’impresa. Questa percentuale è inferiore a quella del 2017, quando il 10,5% voleva ancora avviare una propria società. Anche questa cifra è ben al di sotto della media del 17,1% di altre economie altamente sviluppate. Il tasso effettivo di costituzione è del 7,4% ed è anche inferiore alla media del 10,4%.

Ci sono anche grandi differenze di sesso e di età. Nella fascia compresa fra i 18 e i 24 anni, ad esempio, solo il 2,2% è coinvolto nella creazione o nella gestione di un’impresa. Con questa cifra, la Svizzera si colloca al 30° posto su 32 paesi ad alto reddito. Solo la Polonia e Cipro hanno cifre ancora più basse. Sempre in questa fascia di età, solo il 15,4 % vede opportunità nel proprio settore, percentuale che raggiunge invece il 50% per le persone fra i 35 e i 54 anni. Inoltre è stato provato che anche il sesso gioca un ruolo importante in questo contesto. Infatti, solo il 4,7% delle donne intervistate si sono dimostrate desiderose di affrontare un percorso imprenditoriale. Tale percentuale si raddoppia per quanto concerne gli uomini, raggiungendo il 10%.

Mancanza di fiducia nonostante le buone condizioni di base

Solo uno su tre crede di avere le conoscenze e le competenze per avviare un’impresa, lasciando solo l’Italia dietro la Svizzera, in termini statistici. Il 39,3 % teme anche il fallimento, che è del 10 % in più di un anno fa. Queste cifre sono peggiori della media europea e americana e si stanno deteriorando da diversi anni. Il problema è che la fiducia nell’indipendenza è estremamente bassa nonostante il crescente sostegno e incoraggiamento da parte dello Stato, dell’economia e degli investitori. Anche le condizioni generali per la creazione di un’impresa in Svizzera sono eccellenti, soprattutto in termini di infrastrutture, programmi governativi, trasferimento di ricerca e sviluppo e formazione superiore.

Il Global Entrepreneurship Monitors (GEM) è il più grande studio internazionale sull’imprenditorialità ed è condotto in Svizzera dalla School of Management di Friborgo (HSW). In Svizzera sono state intervistate 2400 persone. I paesi ad alto reddito confrontati sono Australia, Canada, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Italia, Corea, Paesi Bassi, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti.

Fonte: Global Entrepreneurship Monitor: Report for Switzerland 2018/2019

Avete un’idea innovativa che vorreste implementare? Gli esperti di STARTUPS.CH saranno lieti di accompagnarvi verso l’indipendenza professionale!

» Contattaci per un colloquio personale» Calcola un’offerta e costituisci ora
Nuovo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *